Mistero 

5 luoghi Top Secret che non visiterai mai

5 luoghi Top Secret: non si tratta solo di scenari fantascientifici, ma di veri e propri luoghi esistenti sulla terra e che nessuno di noi avrà mai l’opportunità di poterli visitare. Solo la parola Top Secret include fascino e allo stesso tempo è in grado di suscitare in noi tanti dubbi e incertezze. Di questi luoghi se ne sente parlare raramente, in alcuni casi non se ne parla mai. Eppure esistono veramente e solo alcuni fortunati (per non dire eletti) hanno la possibilità di entrarvi.

Nel nostro pianeta esistono centinaia di questi posti, alcuni sono diventati talmente famosi da essere presenti in tantissimi film e serie tv. Ecco perché ho deciso di elencarne qui di seguito i 5 che mi hanno maggiormente colpito. Lascio a voi le considerazioni in merito.

Svalbard Global Seed Vault

 

Solo a guardare la foto, questa struttura sembra essere uscita dal miglior film di fantascienza eppure esiste realmente. Svalbard Global Seed Vault “Deposito globale di sementi delle Svalbard, è un complesso architettonico che si trova nell’isola norvegese di Spitsbergen. All’interno vi si trovano i semi delle 21 colture più importanti della terra, tra cui riso, mais, patate, mele ecc. Il compito della struttura è quello di preservare queste colture nell’eventualità di una perdita genetica di tali piante, quindi si cercherebbe di mantenere il loro corredo genetico il più intatto possibile. Alcuni azzardano l’idea che questo bunker sia stato costruito in vista di una vera apocalisse, ma ovviamente si tratta di sole leggende (o almeno spero). Il progetto nato nel 1984, in collaborazione con il governo norvegese attira finanziamenti sia da pubblici che da privati. Se siete dei botanici vi auguro un giorno di poterci lavorare, magari fateci sapere qualcosa di più essendo il posto off limits.

Fort Knox

 

Si tratta di un’area militare segretissima nello stato del Kentucky la cui costruzione risale esattamente al 1918. Nasce come postazione per i mezzi della corazzata americana, ma oggi nasconde al suo interno qualcosa di diverso. Al suo interno si trovano i più importanti depositi di riserve monetaria e di riserve auree degli Stati Uniti d’America, anche se non si sa di preciso quali siano le quantità. La base è talmente famosa che nel 1964 il regista Guy Hamilton decise di dedicarvi il terzo film della famosissima serie di James Bond, con il titolo di “Agente 007 – Missione Goldfinger”. Nel film, se vi può interessare guardarlo, James Bond si troverà a fronteggiare in temuto plurimilionario Auric Goldfinger, che vuole distruggere la riserva aurea di Fort Knox con una bomba radioattiva per aumentare il valore dell’oro all’interno del mercato azionario, in modo da poter ottenere dei notevoli profitti dall’oro da lui posseduto. Anche in questo caso solo se siete degli Agenti Segreti vi sarà concesso entrarvi, roba da nulla insomma.

Niihau ( Isola delle Hawaii)

 

Si tratta di un isolotto dell’arcipelago delle Hawaii, appartenente alla contea di kauai. E’ un vero e proprio paradiso terrestre ma ricordate bene, questo lusso non è concesso a tutti purtroppo. L’isola è infatti abitata da soli 130 abitanti e i viaggi turistici solo quasi proibiti. Se non siete del posto vi sarà quasi impossibile visitarla, almeno che non siate imparentati con una cittadino di questo luogo conosciuto ai pochi. I motivi di tali restrizioni sono ancora tutt’oggi ingnoti, resta quindi un caso di mistero ancora aperto. L’isola fu comprata nel 1964 da Elisabeth Sinclair, e la proprietà fu tramandata ai diretti discendenti, oggi Bruce e Keith Robinson. Per oltre un secolo, la famiglia Sinclair e poi i Robinson non hanno permesso ad estranei di visitare l’isola. Il divieto è stato esteso anche ad accademici come geologi, archeologi e sociologi, ma soprattutto a scrittori e giornalisti, in modo da non permettere la circolazione di notizie false su quotidiani e riviste internazionali. Abbiamo però una buona notizia. All’inizio di quest’anno, la famiglia Robinson ha un inaugurato tour in elicottero della loro isola speciale da una base di Kauai vicino alla città di Hanapepe.

Area 51

Sembrerà banale parlare di questa famosissima area militare, ma ancora oggi a nessuno è permesso entrarvi senza apposite autorizzazioni del governo. Divenne famosa poiché si vocifera che al suo interno vi siano i resti di corpi di alieni e di fantomatiche navicelle spaziali, ma oltre al lato fantascientifico l’area 51 resta una segretissima base militare. Si trova nel deserto del Nevada in una zona ristretta, sorvegliata da guardie di sicurezza e da un muro di cinta che circonda la zona. Le guardie aiutano a garantire che non vi sia alcuna violazione della sicurezza del luogo, applicando anche la violenza se strettamente necessario con cartelli che segnalano il pericolo di morte. E’ gestita direttamente dalla forza militare “US Air”. Al centro della zona vi è un grande campo utilizzato per i test su aerei in via di sviluppo e su armi speciali che potrebbero essere usate dagli Stati Uniti in casi di guerra. Per dare una protezione aggiuntiva in caso foste interessati a spiare qualsiasi attività all’interno dell’Area 51, il suo confine si trova in prossimità di una sezione del Nevada Test Site, appartenente al Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti e sviluppato nel 1951 allo scopo di testare armi nucleari.

Archivio Vaticano

Ancora ricordo le meravigliose scene di Angeli e Demoni, in cui il protagonista Robert Langdon cercava all’interno del misterioso Archivio Vaticano alcuni documenti scritti da Galileo Galilei in persona. Gli archivi sono alloggiati in una sezione della Biblioteca Vaticana, adiacente al Museo del Vaticano, al confine nord della Città del Vaticano. Hanno un proprio sito web, gestito dal Vaticano, in cui si afferma che i documenti alloggiati all’interno riguardano tali questioni noiose come conti papali di spesa, la corrispondenza dello stato, la corrispondenza individuale, tra cui lettere originali scritte da Michelangelo Buonarroti a Papa Giulio II e le altre autorità cattoliche. Ma secondo voi questa è tutta la verità? Esistono parecchie voci riguardo a cospirazioni e complotti promossi dalla Chiesa Cattolica per evitare che qualcuno possa entrare negli Archivi senza una previa autorizzazione, che potrà essere concessa solo in forma scritta con sigillo e firma papale. L’archivio dovrebbe contenere circa 53 mila documenti risalenti a differenti periodi storici. Ma perché la Chiesa sente la necessità di tenerci tutti all’oscuro se si tratta solo di antichi documenti? Alcune teorie affermano dell’esistenza di alcune lettere di corrispondenza tra San Paolo e Nerone circa la diretta discendenza di Gesù, alcuni addirittura credono nell’esistenza di dipinti che si troverebbero all’interno degli archivi che ritrarrebbero il vero volto del Messia e creati da individui che l’hanno veramente incontrato.

Chiudo il discorso con una domanda. Se vi fosse concesso l’accesso ad una di queste aree, in quale di quelle appena descritte vi piacerebbe entrare? Commentate!

Related posts

Leave a Comment

>