Curiosità Storia/Archeologia 

Scoperta la prima diagnosi di infertilità in una tavoletta Assira

Scoperta la prima diagnosi di infertilità in una tavoletta Assira.

L’infertilità, ossia l’incapacità di concepire un bambino, è un fenomeno molto discusso e dibattuto soprattutto negli ultimi decenni. Le statistiche affermano che l’85% delle coppie giovani e in buona salute riesce a concepire dopo un anno di rapporti, mentre si arriva al 93% dopo circa due anni. Oggi sappiamo che questa condizione è dovuta a vari fattori tra cui: malattie (a volte ereditarie), disfunzioni degli organi riproduttivi, fattori ormonali e complicanze immunitarie, solo per citarne alcune.

Alcuni giorni fa, dei ricercatori turchi hanno scoperto che la prima diagnosi di infertilità è avvenuta circa 4000 anni fa e che quindi non si tratta di un fenomeno degli ultimi secoli. Già negli anni delle antiche civiltà, come assiri, sumeri e babilonesi, questo annoso problema rappresentava un male della società e si ricorreva a vari stratagemmi (talvolta bizzarri) per permettere a mogli e mariti di concepire un bambino. Ma veniamo alla notizia.

Fonte: https://www.dailysabah.com/history/2017/11/09/first-infertility-diagnosis-made-4000-years-ago-discovered-in-cuneiform-tablet-in-turkey

 

Gli archeologi turchi, hanno ritrovato nella provincia centrale di Kaysery una straordinaria tavoletta, con inscrizioni a caratteri cuneiformi, risalente al periodo assiro. Proprio ad essa possiamo far risalire la prima diagnosi di infertilità della storia del mondo. Il testo sulla tavoletta è una dissertazione sull’incapacità delle donne e degli uomini di riuscire ad avere progenie attraverso mezzi naturali. In particolar modo, viene espressa la facoltà per il marito di ricorrere ad un accordo prenupale con una schiava. Nell’antico reperto viene chiaramente spiegato che un uomo può decidere di prendere con sé in casa una schiava se, dopo due anni di matrimonio, la coppia non è riuscita in alcun modo ad avere un erede. Siamo quindi di fronte alla prima madre surrogata della storia.

Gli studi sulla tavoletta sono stati, pertanto, condotti non solo da archeologi ma anche da ginecologi di fama mondiale, come il Professor Ahmet Berkiz Turp, del dipartimento di Ginecologia e Ostetricia dell’Università di Harran. Egli stesso ha provveduto a pubblicare gli studi sul caso su importanti riviste mediche di Endocrinologia e Ginecologia.

Related posts

Leave a Comment

>